C’è Ulisse, c’è Polifemo, c’è Zeus, c’è il Cavallo di Troia, c’è Efesto, ci sono tutti gli eroi della mitologia greca al Teatro dei Miti di Zafferana Etnea, un luogo da sogno destinato ai ragazzi, ma anche ai grandi (genitori e docenti) che vogliono trascorrere delle ore a contatto con la cultura e con la natura. Come? Attraverso gite scolastiche ed escursioni, sia nelle quattro domeniche di ottobre in occasione dell’Ottobrata di Zafferana, sia negli altri periodi dell’anno.

Il Teatro dei Miti a Zafferana Etnea. Sopra: il gigante Polifemo attorniato dai bambini

Ma all’interno di questa struttura situata nel Parco dell’Etna, c’è anche un teatrino di recente realizzazione, interamente costruito in stile siciliano, dove sarà possibile completare il viaggio assistendo alla rappresentazione “Sicilia: la storia è qui”, una via di mezzo tra il documentario e lo spettacolo, nel quale il passato si intreccia col presente e forma un suggestivo tutt’uno con l’immagine e la musica.

Un modo nuovo di studiare la storia, in quanto consente di  viverla “dal di dentro”, stando a contatto con un mondo non “apparente” ma “vero”, poiché l’Etna – con i suo segreti, le sue divinità, i suoi misteri – è uno dei luoghi “reali” e fantastici descritti da Omero nell’Odissea. Ed è con questo spirito che è nata questa idea portata avanti dall’associazione Amici della Terra, assieme ad altre tre formidabili iniziative (La Casa delle Farfalle, il Museo della lava e il Planetario) che assieme al Teatro dei Miti, compongono un Polo che sta attirando tantissimi turisti di tutto il mondo che hanno l’esigenza di associare la bellezza e il divertimento con il sapere.

Un polo educativo d’eccellenza nel territorio, già apprezzato da tanti docenti ed educatori all’interno dell’offerta per il turismo scolastico.

Ecco allora che fare una passeggiata fra i sentieri del Teatro dei Miti, vuol dire imbattersi nelle grotte formatesi nel corso dei millenni, e dove in una di queste, si trova la spelonca di Polifemo, oppure trovarsi al cospetto del Cavallo col quale i greci espugnarono Troia, o magari vedere d’improvviso la nave che servì ad Ulisse per salvarsi dalle ire del Ciclope.

Polifemo, preso dall’ira, mentre scaglia le sue pietre gigantesche a Ulisse

Luoghi magici visitabili grazie ai quali sarà possibile imparare la storia divertendosi.

Insomma una “macchina del tempo”, che, al contrario delle macchine del tempo dei film e dei romanzi, ti offre delle continue sorprese fatte di verità e di poesia. Perché quassù il mito di respira a pieni polmoni, mentre Zeus, Efesto e Afrodite sono indaffarati nelle loro pratiche quotidiane, tra fucine, troni e conchiglie.

Il percorso è completato da altre presenze straordinarie come le Facce di pietra, mimetizzate tra rocce laviche e percorsi interattivi sull’orientamento per gli alunni anche più grandi: l’orologio solare, la meridiana, la Rosa dei Venti, il pannello sul Ratto di Proserpina.

Il Cavallo di Troia

Ma non è finita. Come detto, dopo i momenti trascorsi nel “teatro naturale” dell’Etna, c’è il momento riservato alle immagini all’interno di un teatro vero. Ecco allora che il mito diventa storia e la storia materiale di conoscenza soprattutto per i ragazzi. Il documentario-spettacolo, allestito in collaborazione con il ministero per i Beni e le Attività Culturali, consentirà di ripercorre le epoche storiche dell’Isola al centro del Mediterraneo – crocevia di popoli e testimonianze del passato – con un’originale formula che vede l’interazione tra il pubblico e il personaggio sullo schermo tramite la tecnologia “Live Motion”.

“Il Teatro dei Miti – dice Ettore Barbagallo, presidente dell’associazione Amici della Terra – amplia l’offerta di servizi per scolaresche e famiglie. Per tutti i docenti, l’associazione riserva la Teacher Card: una tessera gratuita per ricevere approfondimenti su vari argomenti, schede didattiche, oltre a diversi sconti e agevolazioni.

Per prenotare lasciare in privato un messaggio con cognome e numero di partecipanti o telefonare al numero 095 7890768. Per info consulta il sito www.teatrodeimiti.it

Redazione